Il peperoncino fa dimagrire: Un dimagrante naturale

Il peperoncino fa dimagrire
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Il peperoncino fa dimagrire grazie alla capacità della capsaicina di stimolare il metabolismo

Il segreto del potere dimagrante del peperoncino è nascosto in una sostanza contenuta soprattutto in quelli dolci che stimola il metabolismo.

La sostanza è la capsaicina essa accelera il metabolismo (la stimolazione Beta Adrenergica indotta dalla capsaicina è nota per stimolare il metabolismo)  e quindi può essere d’aiuto per chi è a dieta, infatti uno studio condotto nel 2009 e pubblicato sul Journal of Clinical Nutrition ha dimostrato che la capsaicina riduce l’appetito e di conseguenza i soggetti che la assumono ingeriscono meno calorie e quindi perdono peso.

Il peperoncino era già da tempo sospettato di possedere ‘virtù dimagranti perché fa riscaldare il corpo aiutandolo a bruciare calorie

Pur se in realtà una corretta alimentazione ed esercizio fisico sono fondamentali per perdere pesoassumere regolarmente del peperoncino rosso può aiutare a placare i morsi della fame e a bruciare meglio le calorie, giova ricordare che da solo il peperoncino non possa determinare dimagrimento e perdita di grasso corporeo se poi si continua a mangiare sempre oltre a quelle che sono le proprie reali necessità assumendo più calorie del dovuto.

quanto peperoncino mangiare ogni giorno per ottenere gli effetti dimagranti? 

Uno studio del 2013 ha rilevato che 2 6 mg di capsaicina somministrati ogni 36 ore per un periodo di 144 ore erano in grado di prevenire il rallentamento nella perdita di peso che molte persone sperimentano durante la dieta

Peperoncino: controindicazioni

I sintomi possono includere dolore addominale sensazione di bruciore nell’intestino crampi e diarrea dolorosa.

Quali sono le altre proprietà del peperoncino?

Uno studio su topi con ipertensione arteriosa ha mostrato che il consumo a lungo termine di spezie contenenti capsaicina ha contribuito a ridurre la pressione sanguigna Un altro studio ha dimostrato che la capsaicina ha aiutato a rilassare i vasi sanguigni nei suini portando a una riduzione della pressione sanguigna. Mangiare 5 grammi di peperoncino prima di un pasto ricco di carboidrati ha aiutato a stabilizzare i livelli glicemici e a prevenire i grandi picchi della glicemia che si verificano dopo i pasti.

Altri impieghi del peperoncino:

Oltre a svariati prodotti cosmetici e dispositivi medici sono stati introdotti sul mercato veri e propri farmaci che sfruttano le proprietà antidolorifiche della capsaicina.

Condividi l'articolo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Piani nutrizionali personalizzati

Piani nutrizionali personalizzati

Piano nutrizionale finemente personalizzato e composto da 20 pagine suddiviso tra grafici, apporto di nutrienti, istruzioni interpretative, giornate alimentari, varianti e suggerimenti su come preparare al meglio i pasti.

Leggi di più