Alimentazione sana e corretta

Alimentazione sana e corretta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Alimentazione sana e corretta: guadagnare salute

Decalogo per una corretta alimentazione: le basi

  Un aspetto importante è quello di iniziare fin da piccoli ad insegnare ai bambini e ai ragazzi le basi di una sana alimentazione 

Basta ricordare che nessun alimento deve essere escluso da una sana dieta alimentare l’importante è non esagerare nelle quantità e assumere porzioni maggiori di frutta verdura e cereali e minori di carne formaggi dolci e grassi.

Come fare una dieta equilibrata

In generale si dovrebbero acquistare cibi di stagione provenienti da agricoltura biologica ideale predilige frutta e verdura fresche cereali integrali legumi semi oleosi e frutta secca a svantaggio degli alimenti di origine animale

Consuma la prima colazione suddividi opportunamente la tua alimentazione nel corso della giornata e scegli più frequentemente verdura

Non eccedere nel consumo di alimenti fritti

Assumere alimenti genuini seguire la stagionalità evitare merende dolci bibite abbondare con le verdure e cercare di assumere cereali nella versione integrale sono i punti da cui partire

A cosa stare attenti per una corretta alimentazione

Per anziani lattanti bambini e donne in stato di gravidanza è necessario evitare del tutto il consumo di alimenti animali crudi o poco cotti uova poco cotte o salse a base di uova crude carne al sangue pesce crudo frutti di mare crudi.

Controllare sempre il sale contenuto nei cibi confezionati.

 Elimina o riduci al massimo zuccheri marmellate miele dolci bibite alcol e sostituisci pasta pane e riso bianchi con quelli integrali

 Evita il contatto nel frigorifero tra alimenti diversi conservando gli avanzi in contenitori chiusi le uova nel loro contenitore d’origine

Un suggerimento per una tabella di alimentazione corretta 

  • Preferire una colazione molto abbondante, ricordiamoci che per la maggior parte delle persone, la mattina il nostro organismo viene da un prolungato digiuno notturno, pertanto è opportuno prendersi del tempo per la colazione. Se non abbiamo molto tempo la mattina, è suggeribile preparasi qualcosa la sera prima. Il giusto momento per prepararsi la colazione della mattina è la cena, evitare di farlo prima di coricarsi.
  • Non dimenticare mai gli spuntini, utili ad evitare di ritrovarsi con troppo appetito al momento del pasto principale. Una corretta distribuzione calorica nell’arco della giornata è una buona regola. Attenzione a non consumare spuntini di derivazione industriale, evitiamo prodotti dietetici, alimenti che contengono troppo sale e se pensiamo alla frutta come spuntino, è doveroso precisare che è un alimento che contiene molti zuccheri e gli zuccheri chiamano zuccheri.
  • Per i pasti principali non esiste alcuna regola sulla suddivisione di carboidrati dalle proteine, è utile sicuramente avere un buon apporto di grassi buoni, pertanto è consigliabile consumare almeno 2/3 volte la settimana pesce, preferibilmente pesce azzurro, limitare la carne rossa a solo una volta la settimana, è possibile consumare uova più di una volta la settimana e carne bianca. Se pensiamo di assumere le proteine con i vegetali, è importante ricolrdarsi che per essere correttamente assimilate, si deve consumare unpiatto unico che contenga cereali e legumi. Fare molta attenzione al consumo eccessivo di glutine, anche per i soggetti non intolleranti, un consumo eccessivo di glutine porta ad intossicare l’organismo, pertanto è preferibile mixare carboidrati con e senza glutine e indirizzarsi sempre su l’integrale.

Non inserisco una tabella di esempio per rispetto al mio approccio nutrizionale.

Calcolare le calorie ed i macro nutrienti di una giornata finalizzata alla realizzazione di giornata alimentare equilibrata, è una metodologia meramente matematica che non trovare applicabilità alla scienza della nutrizione. Una corretta alimentazione necessita di una programmazione settimanale/mensile. L’alimentazione deve educare il nostro organismo a migliorare l’efficienza metabolica.
Migliorare l’efficienza metabolica vuol dire ottenere come risultato un organismo che lavora alla perfezione. Un organismo con grande efficienza metabolica necessita di una introduzione calorica inferiore rispetto ad uno non correttamente funzionante. Per uno sportivo, migliorare l’efficienza metabolica vuol dire anche educare l’organismo ad utilizzare come prima fonte di energia non più i carboidrati ma i grassi.

Condividi l'articolo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Uovo valore nutrizionali

Uovo: calorie e valori nutrizionali

L’uovo è un alimento completo, ricco di proteine di alto valore biologico e povero di carboidrati, ideale per chi pratica sport e chi è attento alla linea. L’uovo ha grandi valori nutrizionali.

Leggi di più