Benefici omega 3: a cosa servono e controindicazioni

Benefici omega3

Quali sono i benefici degli omega 3?

I benefici degli omega3 sono molteplici. Oltre alla loro azione favorevole sulla dislipidemia, ovvero combattono l’ipercolesterolemia, si riscontrano benefici omega 3 per l’azione antiinfiammatoria ed antiaggregante piastrinica e riducono la pressione arteriosa negli ipertesi.

Molte di queste complesse azioni che compiono gli omega3, nel loro insieme, sono alla base dell’azione protettiva a livello cardiovascolare.

Uno studio recente condotto dai ricercatori della Framingham Offspring Cohort, sembrerebbe proprio che avere più alti livelli di acidi grassi nel sangue sia indicatore di una vita più lunga, soprattutto nei più anziani (over 65).

GRAVIDANZA E BAMBINI

Si riscontrano benefici omega 3 anche sul sistema nervoso, fondamentali per il suo sviluppo e per il mantenimento della capacità cognitive. A questo proposito gli acidi grassi omega 3 durante la gravidanza sembrano influenzare positivamente lo sviluppo del sistema nervoso del feto. 

Sono di vitale importanza durante le prime fasi di sviluppo del bambino, in particolare per il cervello. 

Vengono anche impiegati per i bambini con deficit di attenzione e iperattivi.

ADULTI

benefici degli EPA / DHA se assunti a lungo termine riducono il rischio di morte cardiaca improvvisa nei sopravvissuti ad un recente infarto miocardico. Questi acidi grassi si trovano anche negli alimenti che abbassano il colesterolo. Possono essere usati per contrastare l’artrite reumatoide, prevenzione del cancro della prostata, della mammella e maculopatia degenerativa senile.

SOVRAPPESO

Benefici omega 3 anche relazionati alla riduzione dell’appetito, infatti sembra che fare un largo consumo alimenti ricchi di omega3 possa stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue. Contribuiscono ad aumentare il metabolismo e, quindi, promuovono l’attività e la perdita di peso.

EFFETTI COLLATERALI INTEGRATORI DI OMEGA 3

E’ bene controllare i consigli del produttore su quanti omega 3 al giorno consumare. Gli integratori sono generalmente ben tollerati, ma possono verificarsi alcuni effetti collaterali quali dispepsia, eruttazioni e ad alte dosi possono aumentare il rischio di emorragia, pertanto in quest’ultimo caso devono essere usati con cautela in caso di contemporanea assunzione di anticoagulanti e di antiaggreganti piastrinici

DOVE SI TROVANO GLI OMEGA3?

Gli acidi grassi polinsaturi della serie omega3 possiamo trovarli in alcuni pesci ad esempio:

  • Salmone
  • Sardina
  • Sgombro
  • Tonno
  • Trota

Possiamo trovarli anche in alcuni vegetali ad esempio:

  • Noci: sono tra frutta secca con maggior quantità di omega 3, migliorano il sistema cardiocircolatorio e riduce l’infiammazione e attenuando anche i sintomi della depressione.
  • Semi di lino: ricchissimo di acido acido α-linolenico appartenente agli omega 3, con proprietà specifiche per la prevenzione di malattie cardiovascolari. I semi di lino sono anche ricchi di magnsio, fibra e tiamina.
  • Semi di chia: hanno un ottimo contenuto proteico e sono ricchissimi di omega 3.

Gli EPA e DHA sono presenti solo nel mondo animale, in particolare negli oli di pesce, nel pesce come sardine, salmone, tonno ecc.).

Condividi l'articolo con i tuoi amici

Dimagrimento localizzato: cosa funziona

Molte persone vorrebbero eliminare la pancetta con gli addominali ma è poco controllabile decidere dove perdere peso. Attenzione a non esagerare: l’acido lattico ostacola lo smaltimento del grasso

Leggi di più

Cosa sapere sull’endometriosi

L’endometriosi è una condizione medica grave e spesso dolorosa che colpisce milioni di donne in tutto il mondo. Si stima che fino al 10% delle donne in età riproduttiva siano affette da endometriosi, una malattia cronica che può causare dolore cronico, infertilità e altri sintomi.

Leggi di più